CRITERI DEI CORSI DI RECUPERO

Il liceo è impegnato a promuovere il successo scolastico ed il benessere degli studenti anche attraverso l’attivazione di interventi curricolari ed extracurricolari, finalizzati al recupero ed al potenziamento delle conoscenze, abilità e competenze degli studenti.

I corsi di recupero

Vengono attivati in merito alla:

1. Individuazione da parte del Consiglio di Classe delle materie in cui ogni singolo studente necessita di interventi di recupero.

2. Comunicazione alla famiglia con informazione sulle discipline insufficienti (con relativo voto),sulla tipologia e le carenze riscontrate, sulle modalità dell’intervento proposto, sull’obbligatorietà della verifica.

3. Attività di recupero nelle varie forme previste: interventi in orario antimeridiano e curricolare, studio individuale assistito, corsi di recupero pomeridiani o estivi, sportello. La partecipazione alle varie attività di recupero è obbligatoria a meno che la famiglia non comunichi formalmente che intende provvedere autonomamente.

4. Verifica formale e documentata (in forma scritta, orale o pratica) degli obiettivi raggiunti. Lo studente è obbligato a sottoporsi alle verifiche.

5. Concorreranno a determinare la valutazione, i seguenti criteri:

 la frequenza;

 la partecipazione attiva al corso di recupero;

 il realizzarsi nell’allievo di un atteggiamento consapevole verso lo studio;

 la capacità di organizzare autonomamente il proprio lavoro;

 il raggiungimento degli obiettivi cognitivi prefissati.

6. Comunicazione alle famiglie sull’esito del recupero.

ACCOGLIENZA, POTENZIAMENTO, RIPASSO

Nel periodo iniziale dell’anno scolastico tutti i docenti dedicano le prime due settimane, in orario

curricolare, alle attività di accoglienza nelle classi primi e di potenziamento, ripasso nelle altre

classi.

Interventi di recupero dopo gli scrutini del 1° quadrimestre

Il Consiglio di Classe individua, in base alla gravità delle insufficienze riportate, le materie per le

quali lo studente è segnalato per gli interventi di recupero e avvia le procedure sopra descritte con informazione scritta alla famiglia, come previsto al punto 2, sulle discipline oggetto di recupero e sulle carenze riscontrate.

Il recupero potrà avvenire in orario mattutino e curricolare o/e con corsi di recupero

pomeridiani che saranno attivati per le discipline che saranno determinate dal Consiglio di Classe.

Ogni studente potrà essere segnalato per non più di tre corsi pomeridiani; le eventuali

ulteriori insufficienze dovranno essere recuperate in orario curricolare.

Si invia la comunicazione alla famiglia così come previsto al punto 2 della voce “interventi di

recupero”.

Al termine del periodo gli studenti segnalati per il recupero (sia mattutino e curricolare, sia

pomeridiani nei corsi) sono sottoposti a verifica ( scritta, orale o pratica) formale e documentata sul cui esito sarà informata la famiglia.

Il Consiglio di Classe delibera in merito alle ore previste per i corsi di recupero che varieranno da 10 a 15 ore.

A ciascun corso sono assegnati, di norma, non meno di 8 e non più di 14 alunni.

Compatibilmente con i programmi di studio i corsi possono essere organizzati anche per classi

parallele o, eccezionalmente in verticale.

I corsi saranno tenuti prioritariamente dagli insegnanti della classe o, in casi di accorpamento

di più classi, a uno dei docenti coinvolti che si rendono disponibili.

In questo caso vi saranno momenti di coordinamento tra gli insegnanti e il docente coinvolto, al fine di orientare contenuti e metodi dell’attività di recupero agli specifici bisogni formativi di ciascun allievo.

Per i corsi di recupero relativi al I quadrimestre si specifica quanto segue:

o Per gli studenti segnalati al recupero, per i quali però non sono stati attivati i corsi, i docenti

proporranno interventi specifici in orario curriculare e compileranno l’apposito stampato (da

ritirare in segreteria) a documentazione delle attività svolte. La verifica finale dovrà essere “documentata”. Nel caso si tratti di compito scritto lo stesso elaborato può essere sufficiente; per le verifiche orali è necessario produrre un piccolo verbalino con le domande fatte.

Agli studenti che hanno frequentato i corsi di recupero la verifica finale verrà somministrata

dall’insegnante curriculare (in accordo con l’insegnante che ha condotto il corso di

recupero) per compensare almeno, in parte, la riduzione dei corsi a 12 ore.

Gli studenti, non segnalati dai consigli di classe, che chiederanno di partecipare ai corsi,

potranno essere ammessi come uditori se l’insegnante del corso riterrà ci siano le condizioni

per farlo; in caso di non ammissione gli alunni saranno tenuti a prenderne atto.

I docenti possono apportare modifiche al calendario ed all’orario (da comunicare in

segreteria) purchè concordate con gli studenti e compatibili con altri interventi di recupero.

Interventi di recupero dopo il pagellino intermedio

Anche dopo la riconsegna del pagellino, qualora il docente lo ritenga opportuno si attiveranno corsi di recupero in itinere per eventuali approfondimenti e recuperi delle competenze.

Interventi di recupero dopo lo scrutinio finale

Vista l’OM 92/2007, lo scrutinio avverrà secondo i criteri previsti dalle precedenti delibere del

Collegio dei Docenti e con una attenta valutazione della frequenza dei corsi e dell’impegno nelle attività di recupero e del relativo esito come documentato dalle prove di verifica.

Per gli studenti che presentino insufficienze in una o più discipline Il Consiglio di Classe valuta se l’alunno ha la possibilità di raggiungere gli obiettivi formativi previsti entro il termine dell’anno scolastico attraverso la frequenza dei corsi di recupero o con lo studio individuale; in questo caso il giudizio finale è sospeso e rinviato al termine delle prove di verifica che saranno attuate prima dell’inizio dell’anno scolastico successivo.

Verrà data comunicazione alla famiglia con informazione sulle discipline insufficienti (con relativo voto), sulla qualità e la tipologia delle carenze riscontrate, sulle modalità dell’intervento proposto, sull’obbligatorietà della verifica.

Ove le famiglie non intendano avvalersi di tali iniziative di recupero devono darne comunicazione formale alla scuola.

Corsi estivi

I corsi saranno organizzati secondo le modalità già descritto per quanto riguarda il numero degli alunni (8-14), il numero dei corsi ai quali si è ammessi (3), l’eventuale accorpamento (per classi parallele), l’individuazione dei docenti; nel caso essi siano impossibilitati o non disponibili a svolgere i corsi, si nomineranno altri insegnanti dell’Istituto o se necessario docenti esterni.

I docenti esterni saranno individuati secondo i seguenti criteri in ordine di priorità: possesso di

abilitazione all’insegnamento, esperienze pregresse di insegnamento, possesso di laurea o titolo di studio specifico.

La durata dei corsi è prevista in 15 ore ed essi saranno attivati subito dopo il termine delle prove scritte dell’Esame di Stato.

Al termine dei corsi i docenti svolgono verifiche documentate come previste alla voce “interventi di recupero”

Verifica finale e scrutinio

I tempi e le modalità di verifica a cui lo studente è obbligato a sottoporsi sono da definire.

Al termine delle verifiche si riunisce il Consiglio di Classe per deliberare in modo definitivo sulla

promozione degli studenti la cui posizione è rimasta sospesa a giugno.

E’ prevista l’istituzione di una figura di Coordinatore con compiti organizzativi e di monitoraggio della qualità degli interventi e di verifica, insieme al Dirigente Scolastico, delle compatibilità finanziarie, insieme al Dirigente Scolastico, delle compatibilità finanziarie.